Legge Bersani assicurazione auto: cosa sapere

Autore: Redazione

Legge Bersani assicurazione auto: cosa sapere

Assicurazioni auto

Legge Bersani assicurazione auto: cosa sapere

La legge Bersani assicurazione auto è una particolare legge entrata in vigore nel 2007 per agevolare i guidatori e permettergli di risparmiare in maniera sostanziale sul prezzo dell’assicurazione.

In che modo?

Scopriamolo subito insieme.

Cos’è?

Nello specifico la legge Bersani assicurazione auto permette di assicurare un veicolo prendendo la classe di merito di appartenenza di un membro della famiglia. Nel caso non lo sapessi la classe di merito è quella che permette di stabilire quanto effettivamente si dovrà pagare l’assicurazione durante l’anno.

Si tratta di un’agevolazione importante in quanto generalmente i contratti assicurativi dei nuovi clienti risultano molto onerosi.

Quello che ci interessa capire, però, è quali siano le eventuali limitazioni di tale tipologia di Legge e, soprattutto, in che modo i consumatori possono sfruttarla e trovarla utile.

Prima di proseguire ti invito a visitare anche il Comparatore finauto.it il quale permette di confrontare le migliori offerte per l’assicurazione auto in modo da scegliere quella che meglio rispecchia le tue esigenze.

Assicurazione legge Bersani: pratiche

Per l’assicurazione legge Bersani sono necessarie alcune pratiche. In particolare, poiché come detto si accede alla classe di merito di un’altra persona, è fondamentale avere a disposizione i documenti della persona in questione.

In particolare bisogna disporre di:

  • Documento d’identità dell’intestatario della polizza.
  • Documento d’identità della persona dalla quale si prenderà la classe di merito.
  • Stato di famiglia per dimostrare che le due persone appartengano allo stesso nucleo familiare.
  • Libretto di circolazione del veicolo.
  • Attestato di rischio.

I documenti per usufruire della legge Bersani assicurazione auto devono essere inviati insieme al contratto di assicurazione firmato da entrambe le parti e i tempi di attesa sono generalmente gli stessi di qualsiasi altri tipo di contratto assicurativo.

Importante ricordare a tal proposito che la compagnia assicurativa può decidere autonomamente di annullare il contratto nel caso in cui il richiedente abbia presentato delle documentazioni false.

Anche l’assicurato può richiedere l’annullamento e, come per i tempi di attesa, non ci sono particolari differenze rispetto ad un tradizionale contratto assicurativo.

Chi può usufruirne?

La Legge Bersani assicurazione auto è un tipo di soluzione che può convenire a tutti gli automobilisti, in particolare i neopatentati.
Proprio i neopatentati infatti riscontrano più difficoltà quando devono essere assicurati in quanto rappresentano dei soggetti a rischio per le compagnie assicurative.

La classe di merito dalla quale partono è quella più alta. I prezzi pertanto risultano essere molto più elevati rispetto ad altri soggetti e la legge Bersani rappresenta per loro un’ottima soluzione.
Questo ha permesso ai nuovi assicurati di risparmiare e di regolarizzare in maniera ottimale la loro posizione.

Oltre a questo è importante sottolineare che esistono dei parametri da rispettare affinché la Legge possa essere applicata.

Innanzitutto chiariamo che la polizza assicurativa dalla quale si andrà ad ereditare la classe di merito deve essere attiva. In più se la persona dalla quale si eredita la classe di merito non fa parte del proprio nucleo familiare deve essere anch’essa proprietaria dell’auto.

La Legge non può essere applicata a veicoli intestati ad aziende. La vettura in questione deve essere sempre intestata ad una persona fisica.

Infine la classe di merito si può trasferire solo da veicoli uguali (auto-auto e non auto-moto ad esempio) ed è utilizzabile anche da chi non è neopatentato a patto che quel mezzo non sia mai stato assicurato a suo nome.

Condividi news su Linked In - Finauto.it