Guidare con la nebbia: alcuni consigli utili

Autore: Redazione

Guidare con la nebbia: alcuni consigli utili

Consigli per l'acquisto auto

L'arrivo dell'inverno coincide molto spesso con l'arrivo delle nebbie. In questo articolo vedremo alcuni consigli pratici e preziosi.

La nebbia

Prima di addentrarci nel discorso “guida con la nebbia”, cerchiamo di capire di cosa si tratta. La nebbia è un effetto atmosferico dovuto all’alta pressione. L’umidità si condensa in microscopiche goccioline d'acqua che rimangono sospese nell'aria. I cosiddetti banchi di foschia o di nebbia fitta sono quindi creati da miliardi di goccioline d’acqua in sospensione.

Questo effetto atmosferico produce una riduzione della visibilità e rende scivoloso il manto stradale. Non dobbiamo stare attenti solo a quello che vediamo, ma anche al comportamento dell'auto.

Condotta di guida in caso di nebbia

La prima regola che suggeriamo è ovviamente quella di rallentare e procedere a una velocità moderata. Percorriamo la strada con una velocità di circa 50 km/h, se la visibilità è inferiore a 100 metri. Tutto ciò perché la situazione può cambiare improvvisamente per piccoli dettagli che non controlliamo.

Ecco ora alcuni accorgimenti da ricordare e utilizzare mentre siamo alla guida. Usiamo spesso il tergicristallo, in quanto la nebbia bagna e rende meno trasparente il parabrezza. Ricordiamoci di accendere il climatizzatore al fine di evitare l'appannamento dei vetri.

Nei casi più gravi, ovvero quando la nebbia è molto fitta, abbassiamo leggermente i finestrini. Se la visibilità è molto ridotta, possiamo in questo modo sentire rumori di eventuali veicoli che sopraggiungono.

La distanza dal mezzo che ci precede deve essere ovviamente adeguata in modo da effettuare brusche frenate.

La nebbia inoltre è stancante per gli occhi. Teniamone conto lungo i nostri viaggi ed effettuiamo soste frequenti al fine di riposare la nostra vista. La nebbia, di solito, si evidenza di notte o all'alba e si dirada solitamente nelle ore più calde. Modifichiamo, se possibile, la partenza, in relazione alla presenza o meno della nebbia.

Guidare con la nebbia: l'importanza dei fari

Uno degli aspetti più importanti da sottolineare è il corretto utilizzo dei fari. Per guidare in sicurezza, il faro è un aspetto fondamentale. Assicuriamoci quindi che i fari siano sempre perfettamente in funzione e controlliamoli spesso, in quanto sono strumento di visibilità attiva e passiva.

Se dobbiamo eventualmente cambiare un faro, osserviamone la potenza e l'omologazione al fine di evitare cali di tensione o surriscaldamenti. Se abbiamo dubbi o domande in merito, rivolgiamoci ad un elettrauto. Se dobbiamo acquistare inoltre un’auto nuova, il consiglio è quello di acquistare auto con fari a led o allo xeno. Queste tecnologie sono infatti molto performanti dinanzi a banchi di nebbia.

Secondo l'articolo 153 del Codice della Strada, il faro retronebbia così come il fendinebbia devono essere accesi se la visibilità è inferiore a 50 metri. Se quest’ultima è superiore, l'accensione di questi fari è vietata. Non appena la nebbia si dirada, dobbiamo assolutamente spegnere il retronebbia e fendinebbia, per non abbagliare gli altri automobilisti.

Se non siamo dotati dei fari fendinebbia, possiamo utilizzare gli abbaglianti e abbassare al massimo il fascio luminoso. Ricordiamoci che questi ultimi non devono mai essere utilizzati, se abbiamo a disposizione i fendinebbia: l’effetto boomerang è garantito.

L'aiuto della segnaletica stradale

La segnaletica stradale ovviamente viene in aiuto e ci consiglia le modalità di guida più congrue. Ad un solo segnale di nebbia, dobbiamo moderare la velocità a 40 km orari. Nel caso di due segnali di nebbia, possiamo arrivare al massimo a 60 km orari.

Ricordiamoci che se stiamo per entrare all'interno di un banco di nebbia, è consigliato azionare le quattro frecce. La distanza dall’auto che ci precede, deve essere allungata fino a che si vedono.

Le distanze che ci separano dall’auto che ci precede ci permettono di compiere manovre di emergenza, se necessarie.

Casi di pericolo

Nell'eventualità ci si trovi in una situazione di auto in panne, ricordiamoci di avere alcuni comportamenti obbligatori. Indossiamo subito il giubbotto catarifrangente e montiamo il triangolo a margine della carreggiata.

Il triangolo deve essere posto ad una buona distanza dalla nostra auto, ad almeno 100 metri.

No ai sorpassi

In condizione di nebbia o scarsa visibilità, è fortemente sconsigliato effettuare dei sorpassi. Ricordiamoci sempre di avere una velocità bassa e costante.

Quella consigliata è al di sotto dei 50 km orari. La nebbia infatti è molto pericolosa e può farci vedere all'ultimo istante altre auto, rendendo difficilissima la gestione del nostro mezzo.

Condividi news su Linked In - Finauto.it