Contratto per l'acquisto auto: cosa sapere ed errori da non fare

Autore: Redazione

Contratto per l'acquisto auto: cosa sapere ed errori da non fare

Consigli per l'acquisto auto

Decidere di sottoscrivere un contratto per l'acquisto di un'auto è un processo delicato a cui bisogna prestare molta attenzione. In questo articolo vedremo le cose più importanti da sapere e gli errori da non fare.

In questo articolo vedremo: 

Scrittura privata la via migliore con un’auto usata

Quando finalmente si trova l’auto usata dei propri sogni, dopo averla cercata in lungo e in largo, la scrittura privata è la via migliore da scegliere per concludere l’acquisto. Per la registrazione dell'atto di vendita si consiglia il retro del certificato di proprietà tramite una scrittura privata. Quest'ultima è il mezzo migliore e maggiormente consigliato in quanto è la dichiarazione del venditore all'acquirente, consegnata insieme all'atto di vendita. 

Grazie alla scrittura privata l'acquirente ha la possibilità, successivamente, di richiedere la trascrizione del passaggio di proprietà presso il Pubblico Registro Automobilistico. 

All'interno della scrittura privata devono essere presenti alcuni elementi che ora elencheremo. 

I dati anagrafici di venditore e acquirente dell’auto usata

Ovviamente non possono mancare tutti i dati personali sia del venditore che dall'acquirente. Per dati personali intendiamo:

  • nome e cognome
  • data di nascita
  • residenza
  • codice fiscale

I dati dell’auto usata da comprare

In seconda battuta devono essere presenti tutti i dati dell'auto ovvero:

  • marca
  • modello
  • numero di targa
  • numero di telaio
  • potenza espressa in cavalli e kw
  • il chilometraggio dell’auto

L'indicazione del chilometraggio dell’auto è fondamentale in quanto se acquistassimo un’auto con un chilometraggio non veritiero, non potremmo poi impugnare l'atto e richiedere il risarcimento o l'annullamento del medesimo. 

Auto usata e ultima revisione

Quando acquistiamo un’auto usata è fondamentale inserire, nel contratto di acquisto, anche l'indicazione dell'ultima revisione effettuata. Ricordiamo che la revisione deve essere realizzata ogni quattro anni e il mancato rinnovo potrebbe portare a sanzioni economiche importanti. 

Ipoteche, vincoli e privilegi sull’auto usata

In fase di acquisto, va inoltre verificata la presenza sul contratto di indicazioni relative ad eventuali ipoteche o fermi amministrativi

Tale controllo, oltre alla semplice verifica sul contratto, è doveroso effettuarlo anche presso il Pubblico Registro Automobilistico. 

Questo aspetto è molto delicato in quanto il venditore potrebbe liberarsi di un'auto nei confronti di un ignaro acquirente. Se firmiamo infatti un contratto di un’auto vincolata a ipoteche, ereditiamo anche lo status dell’auto. In questo modo diventeremo proprietari di un’auto con un'ipoteca su di essa. 

Data e luogo insieme alle modalità di pagamento

Cerchiamo di regolarizzare e di dettagliare tutte le caratteristiche precise circa il pagamento. Inseriamo la data e la modalità di pagamento dell’auto in modo da effettuare un tracciamento completo del denaro. Descriviamo se il pagamento è realizzato una tantum o dilazionato nel tempo. Nel caso del finanziamento auto è necessario inserire:

  • i dettagli relativi al finanziamento
  • i costi del finanziamento
  • la rata mensile da corrispondere
  • i tassi di interessi (TAN e TAEG)

Clausola “visto e piaciuto”

Questo tipo di clausola è valida solo ed esclusivamente per transazioni tra privati.

Quando si parla del contratto di acquisto auto usata, questa clausola specifica indica il fatto che l’acquirente (tu in questo caso) abbia visionato l’auto ed accettata con tutti i difetti in essere.

Quando firmi un contratto, pertanto, dovrai verificare la presenza di questo tipo di clausola. Nel caso in cui questa fosse presente, il venditore risulterebbe totalmente esente da eventuali problemi dell’auto. 

L’unico caso in cui il soggetto può essere interpellato è nel momento in cui vi siano dei “vizi occulti” ovvero dei difetti nell’automobile appositamente nascosti dal precedente proprietario. In ogni caso è estremamente utile prestare molta attenzione a questi aspetti prima di firmare in quanto risulterebbe difficoltoso, in un secondo momento, andare a rescindere il contratto di acquisto dell’auto.

Controllare i km di un’auto usata dalla targa o telaio

Un aspetto molto importante da controllare sono i chilometri. Verificare lo storico dei chilometri, oltre a quello dei tagliandi e degli incidenti, è un aspetto basilare per avere un controllo pieno dello stato in essere dell’auto. 

Chiediamo all'acquirente di consegnarci tutti i documenti relativi alle passate revisioni in modo da avere il tracciato storico dei chilometri. Se vogliamo accertare la presenza di eventuali incidenti, chiediamo al venditore i documenti relativi all'assicurazione sui quali poter rintracciare eventuali situazioni di danni all’auto. 

Test Drive 

Una volta compresi tutti gli aspetti tecnici che devono essere inseriti nel contratto, cerchiamo sempre di effettuare un test drive. Prima di concludere il contratto di acquisto, saliamo a bordo dell'auto e chiediamo al venditore di poter effettuare un test drive con lui a bordo. 

Individuare eventuali malfunzionamenti dell’auto ci permette di contrattare con maggior forza il prezzo. Potrebbero essere infatti presenti delle situazioni spiacevoli per quel che riguarda alcune componenti dell’auto. 

Stipulare una nuova assicurazione dopo l’acquisto auto

Dopo aver firmato il contratto dobbiamo sottoscrivere una nuova assicurazione. Allo scopo contattiamo una compagnia assicurativa e comunichiamo il numero di targa della nostra auto. In pochi minuti apriamo una nuova polizza per la quale l'assicurazione ci invierà un documento provvisorio. In questo modo potremo guidare tranquillamente fino all'arrivo del contratto vero e proprio. 

La registrazione auto

Una delle cose più importanti che dobbiamo fare è ovviamente registrare l'auto. Tutto ciò comporterà un costo supplementare che dovremo aggiungere al prezzo dell’auto. La registrazione dell'auto include l’IPT, ovvero l’imposta di trascrizione dovuta alla provincia di residenza.

Passaggio di proprietà acquisto auto

L'ultimo passaggio fondamentale è il cosiddetto passaggio di proprietà. Stiamo parlando in pratica dell'atto che permette di diventare legittimi proprietari del veicolo. Grazie a questo procedimento potremo trascrivere nei pubblici registri la titolarità di un bene. Entro 60 giorni dalla firma del contratto di vendita dovremo aggiornare anche il libretto di circolazione inserendo i dati del nuovo proprietario. 

Concessionario o privato

Quando parliamo di un contratto acquisto auto usata, dobbiamo ricordarci che esistono importanti differenze tra trattative tra privati o con concessionari.

Nel secondo caso, parliamo di operazioni molto più sicure. Per Legge, infatti, il venditore si assume la responsabilità nel caso in cui l’auto presenti qualche difetto nella fase post-vendita, ammesso che sia utilizzata nella maniera corretta.

Nelle trattative tra privati il discorso, invece, è diverso. Normalmente il prezzo è più accessibile, anche se la sicurezza potrebbe risentirne. In questi casi vale comunque la regola dei vizi occulti. In linea di massima i privati devono garantire che l’auto non abbia difformità gravi, come ad esempio la manomissione del contachilometri o altri vizi di questo genere.

Contratto acquisto auto usata: errori da non fare

In conclusione di questo articolo cerchiamo di comprendere cosa non deve essere assolutamente fatto. 

In prima battuta chiaramente non dobbiamo avere fretta nel trattare l’auto e portarla via ad un prezzo superiore di quello eventualmente corretto. Anche un prezzo troppo basso può essere sinonimo e sintomatico di problematiche di vario tipo. Possono essere, per esempio, presenti dei problemi meccanici all’auto o situazioni di vizi in ambito amministrativo.

Non dimentichiamo neanche di controllare nei minimi dettagli tutti i dati anagrafici. Inserire infatti dei dati anagrafici (nome, cognome, residenza) errati all'interno del contratto può portare a gravi conseguenze. 

Analizziamo, infine, nel dettaglio l'eventuale presenza di ipoteche e fermi amministrativi all'interno del contratto di acquisto di un'auto usata. Ricordiamoci che possiamo appoggiarci al Pubblico Registro Automobilistico per vedere eventuali situazioni di ipoteche o Fermi amministrativi. Cerchiamo di far visionare l’auto anche da un nostro amico meccanico in quanto se fosse presente la clausola visto e piaciuto potrebbero sussistere delle situazioni complicate da dipanare.

Condividi news su Linked In - Finauto.it